il personaggio

MotoGP. Carmelo Ezpeleta torna su Valentino Rossi, Marc Marquez e il finale della stagione 2015

- Marc e Valentino sono due adulti, Carmelo non farà da paciere. Il CEO di Dorna confida nel rispetto del calendario 2021, parla della vaccinazione del paddock in Qatar e si rammarica di aver perso Fausto Gresini
MotoGP. Carmelo Ezpeleta torna su Valentino Rossi, Marc Marquez e il finale della stagione 2015

Carmelo Ezpeleta, il CEO di Dorna, guarda alla stagione 2021 con fiducia, chiarisce l’operazione del vaccino somministrato all’intero paddock in Qatar e torna sul famoso finale della stagione MotoGP 2015. Marc Marquez rientrerà presto e qualcuno ha suggerito che possa essere proprio Ezpeleta a mettere pace tra le due star.

“E’ una questione personale e devono decidere loro - ha dichiarato Carmelo a Desayunos Deportivos - perché sono due adulti e da allora sono cresciuti anche di più. Non ho intenzione di andare da loro e dire ‘Ehi, adesso dovete fare la pace’. Loro ed io sappiamo cosa è successo”.

Con queste ultime parole, come è naturale, il boss di Dorma ha tenuto a non sbilanciarsi. Ciascuno continuerà a pensarla a suo modo. Del resto si capisce molto bene che il rapporto è compromesso e che persino i due protagonisti della vicenda vedano le cose in modo opposto. Figurarsi gli appassionati.

Più interessanti le parole di Ezpeleta sulla stagione 2021, sulle difficoltà oggettive, sulla opportunità di vaccinare tutti quanti con la collaborazione delle autorità del Qatar.

“Il nostro impegno - ha detto - è di fare un minimo di diciotto gare. In Spagna abbiamo già rinnovato con Valencia, abbiamo un accordo con Aragon, stiamo chiudendo l’accordo con Jerez e dobbiamo parlare con Barcellona. Abbiamo progettato diversi protocolli di azione sul Covid insieme alla Formula 1, la connessione tra i due campionati è forte perché siamo complementari”.

L’ultimo argomento è quello della vaccinazione. Senza fare annunci preventivi, Dorna ha stretto un importante accordo con il Qatar per vaccinare l’intero paddock contro il virus.

“La vaccinazione fatta in Qatar migliora le condizioni di salute di un gruppo di persone che viaggia per il mondo intero. Non è un danno, stiamo facendo piuttosto un favore a tutti i Paesi, che avranno più vaccini a disposizione. Se avessimo avuto il vaccino prima - ha concluso Carmelo - Fausto Gresini sarebbe ancora qui con noi. Questo mi porta a dire che faremo tutto il possibile e il prima possibile.

Leggi tutti i commenti 266

Commenti

  • Jojoe, Bologna (BO)

    x la REDAZIONE

    Farebbe comodo oltre i tab TUTTI, PIU' VOTATI e SCELTI DALLA REDAZIONE ci sia un altro con ULTIMI COMMENTI, quindi la possibilitò di visualizzare dall'ultimo al primo i commenti in ordine di publicazione. Non so se una volta c'era ed è sparito ma forse ricordo male. Ma magari costa poco ed è utile, cosi uno può leggere in ordine solo quello che non ha letto spendendoci meno tempo dato che è difficile seguire sempre tutte le notifiche soprattutto per thread lunghi.
    Saluti
  • fabernat, Roma (RM)

    Scusa Mael,

    ma allora mi sfugge qualcosa... Sono d'accordo con te sul fatto che inizia in Argentina. In Argentina Rossi lo fa "apposta" non facendosi scrupolo di sbattere Marquez per terra (e facciamo che ci può stare...)...ad Assen lo frega abilmente (e ci sta). Marquez commenta (vado a memoria) che da Rossi c'è sempre da imparare (ed è evidente che se la lega al dito).

    Però poi arriva l'Australia e, guarda caso, l'unica cosa che proprio non ci può stare è che Marquez non si è messo a comandare la gara dall'inizio alla fine perchè Rossi ha deciso che doveva essere così. E lo ha deciso a tal punto che fa una conferenza stampa da fuori di testa.

    Bene...se tutto quello di cui sopra è normale, mi potresti spiegare per cortesia che diavolo è successo di così grave a PI che "un uomo" (con uno strato di pelo sufficiente a far cadere apposta Marquez in Argentina) non fosse in grado di affrontare in pista senza andare a piangere in conferenza stampa in diretta mondiale? E soprattutto, perchè tu (che ti sembra normale che Rossi abbia fatto apposta con Marquez in Argentina) saresti d'accordo con quella conferenza stampa? Fino a prova contraria, fino a li Marquez le aveva solamente prese e Rossi, in una gara in cui non ne ha neanche per sorpassare Iannone (ed è quarto tutta la vita), mette su una sceneggiata di questo genere. Me lo aspetto da Rossi (eccesso di confidenza sulla sua capacità di intimorire verbalmente gli avversari...) ma, sinceramente, non capisco proprio come, dal tuo punto di vista, possa essere condivisibile tutto questo.

    Un saluto
    Fabio
Leggi tutti i commenti 266

Commenti

Inserisci il tuo commento