Sport

MotoGP e SBK: Honda, tutti ufficiali nel 2021

- I programmi 2021 della Casa dell'ala dorata
MotoGP e SBK: Honda, tutti ufficiali nel 2021

Il 2020 è stato un grande anno per Honda. La prima, agognata vittoria alla Dakar dopo 31 anni, la conquista dell'ottocentesima vittoria nella velocità, nonché il titolo in classe regina nell'MXGP e l'ennesimo iride a firma Toni Bou nel Trial. Il 2021 si è aperto... nel segno della continuità almeno per la Dakar, con la vittoria di Benavides, ma siamo sicuri che fra lo stato maggiore dell'HRC tutti si augurino che la prossima stagione prenda le distanze da quella appena conclusa, almeno per quanto riguarda la MotoGP.

Come da tradizione, Honda ha pubblicato il programma dell'impegno nel racing per il 2021, con uno schema che copre praticamente tutte le discipline a due e quattro ruote, sia dal punto di vista mondiale che nei migliori campionati nazionali - spicca purtroppo la totale assenza dell'Italia - a dimostrazione di quanto sia la potenza del reparto corse più potente del mondo.

Non tutti questi campionati, e i team che vi si impegnano, godono dello status di ufficiali: lo schema è un'occasione per verificare (non è sempre chiaro) quali team, piloti e mezzi siano da considerarsi "Factory" e quali invece no. Non cambia moltissimo rispetto allo scorso anno, in realtà: i quattro piloti della MotoGP sono da considerarsi tutti ufficiali, dispongono di moto ufficiali (e Nakagami quest'anno dovrebbe avere, a differenza dell'anno scorso, un mezzo in linea con gli sviluppi dell'anno corrente) e sono tutti e quattro sotto contratto direttamente con HRC.

 

 

Qualche differenza emerge solo per la Superbike, dove il team ufficiale mantiene lo status di completo supporto (e anche in questo caso, sia Bautista che Haslam sono sotto contratto diretto HRC) mentre sparisce del tutto il team satellite MIE - Honda nato dall'unione degli sforzi fra Midori Moriwaki e Genesio Bevilacqua.

Niente status di ufficialità - nonostante l'altissimo profilo del team, e che venga spesso definito ufficiale Honda - per la compagine impegnata nel Mondiale Endurance F.C.C. - TSR, che schiererà Takahashi, Hook e Di Meglio nell'EWC.

 

 

Ufficiali invece i team schierati nella MXGP (Gajser, Mitchell) e nel Trial (Bou e Fujinami) mentre, pur contando nello sforzo agonistico globale Honda, lo status non lo possono vantare le compagini impegnate nelle tre classi dell'All-Japan velocità, nel cross e nel trial nipponico, nell'Asia Road Race, nella BSB e nemmeno nel Supercross e Motocross statunitensi. Unica eccezione nel fuoristrada a parte il Mondiale Cross, lo avrete capito, il team Monster Energy nei Rally.

 

  • loregori63, Pisa (PI)

    Sono curioso di vedere come evolverà la questione MM. La Honda rischia di buttare un anno, a meno che il fratello o Nakagami maturino così tanto da piter ambire al podio.
  • Marci 1952, Milano (MI)

    Ma del pilota che sostituirà Marc, non si sbottonano?🤔
Inserisci il tuo commento