video prova

Ducati TK-01RR: enduro vero con la e-bike italiana | TEST 2021

- Perché una e-bike su Moto.it: ne siamo convinti, farà la gioia anche di tanti motociclisti che amano il fuoristrada (diventato vietatissimo in molti posti). E poi è una vera Ducati nel design e nelle finiture: telaio in alluminio spazzolato su design di Aldo Drudi, sospensioni Ohlins, pneumatici Pirelli

Perché una e-bike su Moto.it: ne siamo convinti, farà la gioia anche di tanti motociclisti che amano il fuoristrada (diventato vietatissimo in molti posti).
E poi è una vera Ducati nel design e nelle finiture: telaio in alluminio spazzolato su design di Aldo Drudi, sospensioni Ohlins, pneumatici Pirelli dedicati e tante parti (come il manubrio Renthal) in fibra di carbonio.

Livio Suppo e Stefano Migliorini svelano in anteprima assoluta la Ducati Corse TK-01RR >>

La Ducati Corse TK-01RR è realizzata in collaborazione coi bravissimi tecnici e ingegneri di Thok (leggi la nostra visita in azienda con la prova della TK-01). E proprio con loro abbiamo fatto un enduro hard test sui percorsi di Finale Ligure. I campioni Stefano Migliorini e Stefano Rota ci hanno accompagnato su trail tecnici per mettere alla frusta le doti del telaio e delle sospensioni da 180/170 mm, delle gomme Pirelli, dei freni Shimano e del nuovo motore Ep8 con tre modalità di erogazione (Eco, Trail e Boost, mappabili da app).
La Ducati TK-01RR costa 6.990 euro: un prezzo importante, ma inferiore rispetto alla concorrenza dotata di equipaggiamento paragonabile. La nuova Ducati Corse a pedalata assistita si comporta bene anche sui tracciati di enduro molto difficili. Il telaio è molto stabile sul veloce, ma non perde in maneggevolezza nello stretto. Ottima la frenata e valide sono anche lo sospensioni, adatte ai piloti veloci soprattutto. Il motore Shimano non impressiona per potenza massima, ma conquista con la gradualità di intervento, che rende la pedalata naturale. In Eco fa risparmiare la batteria, in Boost è quasi aggressivo sul viscido ed è facile impennare la bici nelle ripartenze: la mappa Trail è invece adatta alla maggior parte dei tracciati, anche quando questi si fanno ripidi e impegnativi. Ottima la resa delle nuove gomme Pirelli.
Peso con la batteria: circa 24 kg
Velocità massima con assistenza: 25 km/h

Pro & Contro

PRO
Qualità costruttiva e prezzo nella fascia premium, resa nel tecnico, autonomia, fluidità motore

CONTRO
Forcella di alto livello e quindi complessa da regolare (va studiato bene il manuale!)

Altre informazioni

Tester Andrea Perfetti (185 cm x 84 kg)
Casco Alpinestars
Maglia e pantaloncini Alpinestars
Protezioni spalle e gomiti
Alpinestars
Guanti Alpinestars
Scarpe Shimano

Luogo: Finale Ligure
Meteo: piogga, 13°

Scheda tecnica

Telaio / Frame
Thok 6061 Alluminio, forgiato e lavorato a macchina CNC, tubo sterzo conico da 1,8”, geometria 29 "/ 27,5", batteria integrata nel tubo obliquo, cavo interno incluso, cuscinetto a cartuccia completamente sigillato, escursione 170 mm / Thok 6061 Aluminium, forged and CNC machined, headtube tapared 1.8”, 29"/27.5" geometry, integrated down tube battery, enclosed internal cable, fully sealed cartridge bearing, 170 mm Travel

Motore e batteria / Power supply
Shimano - EP8 (250 W - 85 Nm) - batteria integrata, Shimano 630 Wh con on/off Easy Touch / Shimano - EP8 (250 W - 85 Nm) - integrated battery Shimano 630 Wh with on/off Easy Touch Display Shimano - Display SC-E7000 LCD display with remote control E7000

Forcella / Fork
Öhlins - RXF38 Air TTX18, Boost - 29" escursione 180 mm con regolazione compressione e ritorno / Öhlins - RXF38 Air TTX18, Boost - 29", 180 mm of travel, compression and rebound adjust

Ammortizzatore / Rear shock
Öhlins - TTX Air- custom tuned Ducati

Freni a disco / Disk brakes
Shimano - Deore XT - 4 pistoni - dischi da 203 mm "Ice Technologies" / Shimano - Deore XT 4 pistons calipter with Ice Technologies rotor 203 mm diameter

Cambio posteriore / Rear derailleur
Shimano - Deore XT 12 S Comando cambio / Shift lever Shimano - 12 SLX

Cassetta / Casette
Shimano - 12 S - 10-51T Guarnitura / Crank FSA - 165 mm con corona da 34T / FSA - 165 mm with chainring 34 T

Ruote / Wheelset
Crankbrothers - Synthesis - Alloy - alluminio 29" x 31 mm, 27.5" x 35 mm

Attacco manubrio / Stem
Ducati - CNC Alloy - alluminio 35 mm, 50 mm length

Manubrio / Handlebar
Renthal Carbonio - Carbon 35 mm, rise 20 mm, 800 mm width

Manopole / Grip
Ducati - Lock-On grip, regular size

Gomme / Tires
Pirelli Anteriore / Front: Scorpion E-MTB S, TR, SmartGrip, HyperWall 29" x 2.6
Posteriore / Rear: Scorpion E-MTB S, TR, SmartGrip, HyperWall, 27.5” x 2.6

Tubo sella / Seatpost
KS - reggisella telescopico con altezza regolabile con comando a manubrio / dropper post micro height adjustable with remote control (S: 125 mm / M: 150 mm / L-XL: 170 mm)

Sella / Saddle
Ducati Fit - hollow Cr.Mo rail

Pedali / Pedals
Pedali alluminio / Alloy pedals

Misure / Sizes S - M - L - XL

Prezzo / Price Prezzo pubblico Italia (IVA e spedizione incluse) / Retail price Italy (VAT and shipment included)
6.990 €

  • Alberto101

    Per gli amici motociclisti che non avessero frequentato un po' l'ambiente ciclista, sappiate che i "talebani" della pedalata sono come un possessore di GS moltiplicato per mille. Secondo loro se non hai una bici al carbonio rinforzata al grafene, un cambio che costa piu' di un motore 6 cilindri, e non ti fai un colle con almeno 3000 metri di dislivello, non hai diritto di salire in sella ad una bici. Quando entri in un negozio specializzato e dici di avere un budget di mille euro, ti prendono per pezzente e ti dicono di andare al supermercato. Questa poi dell'avversione contro la bici elettrica ancora piu' strana: ma chi leva se vado in bici elettrica? Mica mi vanto di andare piu' forte di voi.
    io ci vedo un poco di sindrome "io ce l'ho piu' lungo", che in genere, dopo i 14 anni dovrebbe scomparire
  • Sisar, Usmate Velate (MB)

    io uso la e.bike, così come la moto, per divertirmi, non mi interessa la prestazione atletica, voglio solo divertirmi e rilassarmi facendo quello che più mi piace al mondo: immergermi nella natura su due ruote. Sinceramente non capisco gli atteggiamenti machisti di chi per forza deve buttarla sulla prestazione atletica, sulla sofferenza fisica (anche quando mi diverto?!) sul raggiungere sempre il proprio limite altrimenti sei una ameba da divano... ripeto, io con la mia haibike mi diverto tantissimo, la considero l'invenzione del secolo e non faccio del male a nessuno, con buona pace di chi si sente Schwarzenegger o Iron man...
Inserisci il tuo commento