Motocross

Marcel Hirscher è il nuovo Ambassador Husqvarna. La presentazione è spettacolare [VIDEO]

- Il campione dei record di sci alpino ha ufficializzato la partnership come nuovo Brand Ambassador di Husqvarna. Il video di presentazione è spettacolare e ci ricorda qualcuno...
Marcel Hirscher è il nuovo Ambassador Husqvarna. La presentazione è spettacolare [VIDEO]

La nuova vita di Marcel Hirscher riparte dai motori. Lo sciatore austriaco ha infatti annunciato la sua partnership con Husqvarna in maniera particolare e decisamente amarcord.

Considerato come il più vincente della storia degli sport alpini, ha vinto 11 medaglie ai Campionati di Sci Alpino, un argento nello Slalom alle Olimpiadi del 2013 e l’oro nella Combinata e Slalom Gigante alle Olimpiadi Invernali 2018. Vanta anche il record di otto titoli in Coppa del Mondo consecutivi.

Non ci sono soltanto gli sci nella vita del nuovo Brand Ambassador Husqvarna Motorcycles. Da sempre appassionato dei motori, per la sua presentazione ufficiale ha voluto combinare l’amore per la neve con quello delle due ruote ripercorrendo le prodezze di Marc Marquez quando nel 2017 scalò una montagna con la Honda RC213V.

E così Marcel Hirscher lo ha fatto a casa sua sulla pista del Reiteralm, percorsa in senso opposto, con una Husqvarna FC 350. Il tutto ripreso in maniera spettacolare da un video dove l’ex sciatore, tra impennate sulle ruote chiodate e lo slalom a fil di neve, taglia il traguardo con la classica bandiera a scacchi.

Marcel Hirscher e Husqvarna, se il buongiorno si vede dal mattino, sarà davvero interessante vedere i suoi prossimi sviluppi con il marchio svedese.

  • rho01, Bergamo (BG)

    bellissimo. il sogno di tutti. Confesso che da ragazzo ho provato a farlo con un transalp, con ruote stradali..dopo 20 metri ho trovato una lastra di ghiaccio, sono caduto come un pollo e non riuscivo neanche più a rialzare la moto. uguale XD
  • Blaze on earth, Milano (MI)

    Bello. Spettacolare. Infantile. Ridicolo. Manco ben fatto. La solita musica a palla in inglese, le inquadrature costantemente tagliate manco mancasse la dinamicità ma - soprattutto - il suono del motore palesemente registrato sopra con cambi marcia che non rispecchiano l'azione lungo percorso. Hollywoodiani da strapazzo.
    Evidentemente un'intervista e spiegazioni di qualche tecnico sarebbero state troppo noiose per questo Mondo veloce che gira su se stesso.
Inserisci il tuo commento