Ancora una vittima della "trappola" per motociclisti, ragazza in ospedale

- La giovane era in scooter quando una corda tesa all'altezza delle ruote ne ha provocato la caduta. Non è il primo episodio di questo tipo che si registra nella zona del riminese
Ancora una vittima della trappola per motociclisti, ragazza in ospedale

Aggiornamento del 1 agosto
La ragazza dopo la caduta causata dalla fune tesa è stata soccorsa e portata in ospedale. I medici hanno diagnosticato una frattura scomposta della tibia con una prognosi di 30 giorni. 
Immediatamente dopo l'incidente i Carabinieri si sono messi sulle tracce degli autori e hanno raccolto diverse testimonianze. L'atto criminale non è infatti solo l'ultimo - ma certamente il più grave - di una serie di piccoli crimini, per lo più danneggiamenti e vandalismi di cui si sono resi responsabili gruppi di ragazzi, (anche minorenni) che si ritrovano in centro storico. Le indagini stanno andando in questa direzione.
 

Venerdì 31 luglio

Una ragazza è finita in ospedale dopo un inquietante incidente con lo scooter. La giovane, infatti, stava transitando in una arteria di Santarcangelo di Romagna quando si è trovata davanti una corda tesa all'altezza delle ruote. Inevitabile la caduta.

Fino a qualche tempo fa episodi così, comunque gravissimi, capitavano solo sui sentieri di montagna, con molti enduristi che si sono trovati a fare i conti con vere e proprie trappole fatali.

Adesso, invece, è successo anche su una strada regolarmente aperta al traffico e in una cittadina anche particolarmente frequentata in estate vista la vicinanza con le principali localitá di mare della Riviera. Un fatto di particolare gravitá, quindi, e che crea un ulteriore e preoccupante precedente. Tanto che lo stesso sindaco di Santarcangelo non ha usato mezzi termini: "troveremo il responsabile anche grazie alle telecamere di videosorveglianza presenti bella zona. Chi ha fatto questo gesto deve essere punito senza appello"

  • k-dream, Lastra a Signa (FI)

    Quando li beccano invece di processarli basta darli in mano al babbo della ragazza.
    Stanza chiusa mani e piedi fasciettati, se escono dalla stanza bene altrimenti pace! Non sè perso nulla di indispensabile.
    Anche perchè questi seppur ragazzi non sono persone,non sono bestie, non sono niente, nulla!!
    Non sai stare al mondo? Perfetto! Ti ci levo a mazzate!
    Sarò duro ma mia figlia è vicinissima all'età dello scooter, se penso che gli possa accadere una cosa del genere mi sale il demonio e tutto ciò che di buono alberga in me svanisce e si tramuta in puro istinto omicida.
    Spero li becchino e che passino momenti brutti, molto brutti!🖖
  • Dobolo

    Ho smesso di andare in moto per boschi, da solo e con la massima prudenza e attenzione per tutto quello che ne consegue per via di cavi o fili di ferro ad altezza uomo, si ok anche per le inutili restrizioni ( PS risparmiatemi la paternale da verdi assoluti e falsi sul fatto che in moto nei boschi non si va perche' si distrugge tutto, semmai dove c'è un passaggio rimane pulito e ci possono passare tutti, gente a piedi, in bicicletta e pure a cavallo )
    Ora con attenzione ci vado in bicicletta nei boschi ripeto con attenzione perche' il famoso cavo puo' essere li che mi aspetta......
    Adesso ci sono questi altri " fenomeni " sicuramente figli o fratelli di quelli dei boschi che fanno le medesime vigliaccate, quindi devo forse pensare di evitare di usare la moto per strada???
    Ho una certa eta' e vedo andare a puttane in modo enesorabile quasto paese, e non SOLO per questa vicenda, se queste cose esistono anche in altri paesi ( non giudicatemi male ) me ne frego, io vivo " purtroppo " qui e vorrei che non accadessoro..... pare che cosi non è
Inserisci il tuo commento