corse su strada

Road Race: un nuovo appuntamento sull’isola di Wight

- L’isola della musica rock ospiterà dall’ottobre 2021 una inedita tappa del campionato su strada. Percorso di 12,4 miglia, cinque miglia lungo la costa e quattro villaggi da attraversare. Però “si promuoverà la sicurezza stradale”

L’isola di Wight - proprio nella Manica a meno di tre ore da Londra, quella del famoso festival rock nato nel ’68 e cantata dai Dick Dick- diventerà il teatro di una nuova corsa su strada nell’ottobre del 2021. L’evento si chiamerà Diamond Races e il percorso è già stato identificato: lungo 12,4 miglia, attraverserà quattro villaggi nel sud dell’isola e utilizzerà anche un tratto costiero di 5 miglia, attualmente una strada militare.

Nel team organizzatore figurano grandi nomi delle corse motociclistiche su strada, che hanno lavorato in stretta collaborazione con il consiglio dell'Isola di Wight. C’è Gary Thompson che è il direttore del corso del TT all'Isola di Man, Steve Plater che in carriera ha vinto il TT Senior, Neil Tuxworth ex manager Honda racing, James Kaye ex pilota e co-fondatore di Diamond Races e infine Matt Neal tre volte campione britannico e ambasciatore Honda UK.

Paul Sandford è il CEO e co-fondatore delle Diamond Races.

"Come residente nell'Isola di Wight - ha detto - sono entusiasta di dare il benvenuto agli appassionati degli sport motoristici di tutto il mondo in questa bellissima isola; sarà sicuramente un weekend indimenticabile di corse e divertimento per tutti. Il Diamond Races è il frutto di anni di lavoro di tutto il team. Vogliamo realizzare un evento spettacolare che diventi un regolare appuntamento della stagione turistica dell'isola di Wight, inserito nel calendario internazionale delle gare motociclistiche su strada".

Corse e sicurezza

La nuova gara si svolgerà secondo il regolamento stabilito dall'organo di governo dello sport nel regno Unito, l'ACU (Auto Cycle Union). A noi sembra piuttosto bizzarro, eppure il concetto della sicurezza stradale figura al centro delle Diamond Races: gli organizzatori assicurano che si sforzeranno di evidenziare l'importanza fondamentale di un uso sicuro della strada, con un'attenzione meticolosa alla sicurezza dei piloti, degli spettatori e dei funzionari, impegnandosi nel contempo in una strategia che promuova la sicurezza stradale.

Oltre alle gare in programma, è stato infatti progettato anche un evento a cui potranno partecipare i normali motociclisti: guidati da noti e provetti piloti/istruttori stradali, tutti potranno provare l'emozione di correre sulle strade sicure, chiuse e controllate della cosiddetta “isola del sole”. Road race e sicurezza non sono in contraddizione, nello spirito motociclistico britannico così legato alla storia e alla tradizione.

Il programma agonistico vedrà due giorni di prove, il mercoledì e il giovedì, seguiti dalle gare che si svolgeranno il sabato. La data esatta dell'evento sarà annunciata dopo la pubblicazione del calendario 2021 del BSB; si svolgerà prevedibilmente una settimana dopo il tradizionale epilogo della stagione a Brands Hatch: aperta a Superbike, Supersport, piccole e medie cilindrate, ci sarà anche una dimostrazione di sidecar e una classe di moto elettriche.

  • Gaal Dornik, Modena (MO)

    Questa moda delle corse su strada mi ricorda tanto gli spettacoli gladiatorici. C'è un popolo assetato di sangue che vuole vedere morire dei "poveri" piloti.
Inserisci il tuo commento