Regolamento

MotoGP 2021: tornano le wild card

- Dopo lo stop per il COVID torna la possibilità. Piccole modifiche regolamentari per bandiere gialle ed eccesso di velocità ai box
MotoGP 2021: tornano le wild card

Dopo un anno di pausa - nel 2020 sono state bloccate le Wild Card - nel 2021 la MotoGP riapre alle partecipazioni in gara singola, fino a un massimo di due piloti ad evento, per tutte e tre le classi. Unica restrizione, per la classe Moto3 così come già per la Moto2, la necessità per il pilota di essere "presentato" da un team già iscritto al Mondiale della categoria.

La decisione è stata presa nel corso di una riunione della Grand Prix Commission durante la quale sono stati raggiunti accordi anche per alcuni aspetti "minori" del regolamento sportivo. Nella fattispecie, è stato formalizzato un provvedimento di fatto già adottato dalla Direzione Gara relativo al regime di bandiere gialle in prova: i tempi realizzati dai piloti con le bandiere gialle esposte verranno di fatto neutralizzati, per essere sicuri che tutti rallentino evitando di causare pericolo ai commissari che stanno prestando soccorso al pilota caduto.

Cambia anche la penalizzazione di default per chi supera il limite di velocità in pit lane: al posto del ride-through utilizzato in precedenza, ora scatterà un doppio long lap, anche se gli Steward avranno facoltà di applicare penalizzazioni diverse o ulteriori in caso di violazioni particolarmente gravi.

  • gdn1963, Casale Monferrato (AL)

    Dai jorge, perdi i 150 kg che hai messo su e torna
  • kevin666, Stazzano (AL)

    Interessante,chissà se rivedremo le prestazioni dei piloti a gettone come ai tempi...tipo ABE in Giappone.....
Inserisci il tuo commento